“noi di terracqua/ non abbiamo mai saputo terminare una storia o un canto/ i passi di una danza se si interrompe/ la cadenza delle mani un fischio/ trattenuto tra i denti e le labbra…” (Elia Malagò)

I racconti non finiti, le schegge di storie e parole, le arie che si fischiano, le conte e gli scongiuri, che non hanno padri né nomi, sono pesci di nebbia dolce.

Annunci