(dedicato all’uomo degli alberi)

Quando ALBatros toccò il vetro del silenzio, fermò il suo volo, le ali spiegate in un’onda nervosa.
Fu allora che EROs, preso da tanta purezza, lo rapì con la mano, traendolo al basso, verso il mare di terra. Là dove Eros ha radici.
In questo cadere fu l’ALBERO.

Annunci