ancora sul filo della memoria, srotolato da Flor e raccolto di blog in blog

Pietà

La pietà passa
per occhi deboli
che piangono,
per cuori sciupati,
per urla e pensieri.

La pietà è fermarsi
accorgersi
non aprire una valvola
non premere un grilletto.

La pietà è restituire un nome,
coprire con un lenzuolo bianco,
ma non dimenticare.

La pietà è un’edera
che si arrampica sui muri
cuscino morbido di verde.

(testo collettivo della 3a C)

Annunci